playjuggling

giocoleria-battitiTEATRO FURIO CAMILLO
presenta
BATTITI

Piccola rassegna di circo- teatro
dal 14 al 17 NOVEMBRE 2013

Il 14 Novembre alle ore 21 Emiliano Sanchez Alessi presenta lo spettacolo "IN".
Giocoliere da 15 anni. Nato in Argentina, risiede attualmente a Barcellona dove ha creato i suoi ultimi spettacoli: "IGLOO", "ICEBERG" e "EL DORADO". Fondatore della Cia. ES, compagnia residente nella "Central del Circ de Barcelona". Ha iniziato il suo percorso artistico a Buenos Aires nel Circo Criollo, poi in Spagna (Escola Rogelio Rivel) e a Tolosa, in collaborazione con il "LIDO" e le "CDC" (Centre de dévelopement coréographique). Adesso gira per l'Europa con i suoi spettacoli e laboratori di ricerca artistica. Nel 2014 si occuperà della regia per il Circo Starligth in Svizzera.
Lo spettacolo "IN" è un sottile gioco che danza tra lo stare dentro e lo stare fuori. Uno spettacolo di manipolazione di oggetti e clown gestuale dove la partecipazione attiva del pubblico sarà inevitabile.
giocoleria-battitiTEATRO FURIO CAMILLO
presenta
BATTITI

Piccola rassegna di circo- teatro
dal 14 al 17 NOVEMBRE 2013

Il 14 Novembre alle ore 21 Emiliano Sanchez Alessi presenta lo spettacolo "IN".
Giocoliere da 15 anni. Nato in Argentina, risiede attualmente a Barcellona dove ha creato i suoi ultimi spettacoli: "IGLOO", "ICEBERG" e "EL DORADO". Fondatore della Cia. ES, compagnia residente nella "Central del Circ de Barcelona". Ha iniziato il suo percorso artistico a Buenos Aires nel Circo Criollo, poi in Spagna (Escola Rogelio Rivel) e a Tolosa, in collaborazione con il "LIDO" e le "CDC" (Centre de dévelopement coréographique). Adesso gira per l'Europa con i suoi spettacoli e laboratori di ricerca artistica. Nel 2014 si occuperà della regia per il Circo Starligth in Svizzera.
Lo spettacolo "IN" è un sottile gioco che danza tra lo stare dentro e lo stare fuori. Uno spettacolo di manipolazione di oggetti e clown gestuale dove la partecipazione attiva del pubblico sarà inevitabile.

Il 15 Novembre alle ore 21 la Compagnia Circo 238 presenta "Perché no?". Perché non mostrare ciò che siamo veramente? Perché non vivere ciascuna azione con la massima pienezzae intensità? Perché non lasciarsi andare agli eventi che ne derivano? Perché no? Osvaldoha deciso di farlo! Personaggio esuberante, si trova costantemente a dover risolvere situazioni assurde. Ma... grazie ad un'elevata dose di ironia, riuscirà a saltarne fuori in modo virtuoso, impressionando se stesso e il pubblico con frizzanti routine di giocoleria, straordinarie evoluzioni in verticale, impeccabili lancidi coltelli edacrobaziemozzafiatoal palo cinese.
Presentato da Alberto Longo, che dopo anni di studi professionali all'estero, decide di provare a vivere di quella che è la sua più grande passione: il circo e il teatro di strada.

Il 16 Novembre alle ore 21 la Compagnia della Settimana Dopo presenta "Old Jazz Orchestra". Teresa, Tommasine e Antonio sono i membri della Old Jazz Orchestra, micro big band che ha calcato le scene americane per oltre mezzo secolo tra Varietà e Music Hall al fianco dei più grandi artisti di fine millennio. Oggi la band è di nuovo eccezionalmente in tournée in occasione delle nozze d'oro di Tomasine e Teresa, ormai nonni.
La compagnia nasce nel 2006 a seguito di un periodo di formazione con Emmanuel Gallot-Lavallée. Lo studio della presenza scenica, dell'essenzialità del gesto e la ricerca di uno stato d'animo "clownesco" (proposto da Emmanuel come stato di grande apertura e fragilità dell'attore) sono i punti centrali del lavoro.

Il 17 Novembre alle ore 18 va in scena "Crashlanding, assolo di corpo che cade". Teodora Grano è un'artista che esplora l'universo del linguaggio corporeo muovendosi tra circo, danza e teatro.
Si esibisce abitualmente in Italia, Grecia e Polonia, collaborando con compagnie di circo, danza e physical theater.
A seguire "Luce. Danse en abatjour" di e con Martina Nova. Lo spettacolo propone diversi quadri uniti da un'unica dinamica che, tra luci e suoni, trova la sua poetica nell'abbandono del corpo nel "qui ed ora". Tecnologia ed effetti sonori in vivo rendono spettacolare la narrazione fisica e scenografica, nei movimenti spasmodici e nella perdita del controllo.